È magico…è Sextantio

Scappo dalla grande città e mi ritrovo a vivere nel Medioevo
Sextantio l’Hotel diffuso di Santo Stefano di Sessanio, l’Aquila.

Nato dal progetto dell’imprenditore Daniele Khilgren, il Sextantio è un hotel diffuso.

Questo tipo di struttura è situata in un borgo o in un centro storico, con camere e servizi dislocati in edifici diversi.
Il Borgo è un incanto! Suggestiva è l’atmosfera. Entrando in Reception si ha l’impressione di vivere in un film: luci soffuse, grotte e un telaio antico. Accolte in modo caloroso dalle ragazze della struttura abbiamo conversato con Roberta De Paolo Sales Manager di Sextantio assaporando una buonissima Tisana al Finocchio all’interno della Tisaneria.

Durante la ristrutturazione degli edifici si è tenuto conto di tutti i dettagli relativi all’epoca, letti con tavole, pavimentazione originale con riscaldamento , porte e finestre di legno massiccio, camini nei luoghi comuni, illuminazione soffusa, niente frigo e niente TV o Stereo….ma tranquilli il WIFI è in ogni stanza!
Le stanze sono una diversa dall’altra ma tutte molto particolari e ogni edificio ha degli ambienti comuni.
I dettagli: una bottiglia di “nocino” con piccoli bicchieri dell’Epoca nelle aree comuni e una bottiglia di vetro con acqua fresca vicino al letto. Le coperte erano quelle della nonna fatte a mano…e di lana.. non ne vedevo così da un bel po’.

Il Sapone …lo producono degli artigiani locali…credetemi è da provare

       

Il Must è la vasca da bagno davanti il letto…. personalmente l’ho trovata divina.

I Ristoranti:
La locanda sotto gli Archi. Nello spazio interno ci sono due grandi archi in pietra ed un camino centrale in pietra. I tavoli e le sedie sono precedenti al XX secolo. Il cibo…rigorosamente Abruzzese quindi carne patate e ortaggi…e ovviamente tutto genuino e biologico.
Il Cantinone prende il nome dalla “cantina” o “fondaco”, locale delle case tradizionali abruzzesi adibito alla conservazione degli alimenti. Situato al piano terra era fondamentale per le famiglie perché conteneva gli alimenti necessari durante i lunghi e poveri inverni.

Qui si possono assaggiare piatti tipici locali e prodotti da cantina a conservazione naturale.
Le attività…tantissime e molto particolari
Lezione di cucina domestica Abruzzese
Lezione di panificazione
Lezione di pasticceria tradizionale
Corso di tessitura
Corso del Sapone
Il pic nic
Sport outdoor
Canoa

  

AL Sextantio il tempo non ha più valore, ci si ritrova a vivere in  una suggestiva realtà incantata. Il mio consiglio è di andare lì 3 giorni staccare i telefoni e vivere quell’ambiente nella sua essenza per ripercorrere le sensazioni di una volta e tornare poi a casa con un sorriso di piacere e uno stato d’animo di calma e soddisfazione.