I am not what I am

Il moderno Iago e il potere delle parole.

All’università adoravo solo uno scrittore: William Shakespeare. Il mio scritto preferito? Otello. Il mio personaggio preferito, Iago. Tralasciando la trama di questa tragedia, oggi vi parlo della personalità di Iago e del potere che hanno le parole proiettandole poi all’era attuale.

IAGO: lui è affasciante nel suo essere, oscuro, bramoso, pieno di rabbia e rancore, ingegnoso, furbo, folle e pieno di sentimento, superbo; agli occhi di tutti, personalità che è costruita benissimo, lui è ‘onesto’. E’ il lato oscuro che ogni persona possiede e che fortunatamente resta spesso nascosto. Ma cosa fa? Perché Lui è così “intenso” e capace di condizionare eventi e persone? Approfondendo l’animo umano io mi sono fatta la mia opinione e voglio esporla.
Iago dice sempre la verità ma lo fa omettendo alcune parti, cogliendo il momento giusto e soprattutto studia gli eventi, utilizza le debolezze e i sentimenti altrui; fondamentalmente si, dice la verità ma non è sincero.
E’ innamorato del suo essere e rispetto agli altri lui ha capito se stesso e quindi anche i sensi e le percezioni che tutti possiamo avere. ‘Otello’ è una tragedia Shakespeariana di forte impatto e molto moderna, vi invito a leggerla.
Non è solo il personaggio di un libro, Iago appare nella vita di chiunque anche oggi.

IL MODERNO IAGO: adesso pensiamo a questo personaggio ed inseriamolo nell’era moderna. Chi è Iago oggi? Potremmo essere tutti.

Chiunque, per svariati motivi, agisce comandato dai propri sentimenti. Alcuni di noi, quelli che io chiamo ‘I numeri primi’ vanno ben oltre le parole, indagano sui perché sul come e sul quando. Gli altri invece seguono i sensi senza mai domandarsi il perché un evento abbia avuto inizio o una parola, anche sbagliata, venga detta.

La prima categoria può diventare il ‘moderno Iago’, la seconda categoria invece entra a far parte della dinamica che la prima mette in scena.

I cosiddetti ‘ numeri primi ‘ hanno capito bene quali siano le debolezze degli altri e possono usarle. Facciamo un esempio pratico, diciamo che c’è un gruppo di persone anche amici e che all’interno ci sia Iago. Bene, Iago chiacchierando con una di loro (una persona che chiariamoci ha già studiato e sa dove inserirsi e come) getta il dubbio su un altro del gruppo, per un qualsivoglia motivo. Quello che succede è a dir poco potente: la parola di Iago ha insinuato il dubbio ed anche se questa persona è lucida e forte, questo piccolo dubbio inizia a farsi strada. Il dubbio è lì è nascosto ma c’è. Basterà che la persona (ignara) dell’insinuazione dica o faccia qualcosa di strano per far si che il dubbio diventi realtà! Nel contempo basterà poco a far si che anche il gruppo diventi parte della scena.

Una sola parola, un piccolo dubbio, una piccola insinuazione sono armi potentissime nella società di oggi come di allora.

Per me se i sensi sono 5, Iago ne rappresenta il sesto. È insito in tutti noi, è la capacità di far accadere qualcosa. Chi ne entra a contatto e ne prende coscienza, o ne viene devastato o lo comprende e decide di utilizzarlo anche a fin di bene. Perché si, Iago sembra un personaggio maligno ma nel contempo potrebbe essere l’esatto contrario! Dipende da noi e da quella che è la nostra natura. In ogni caso chiunque capisca diventa potente!

Una sola parola può infondere gioia o pena.
Noi siamo immensi, capaci di provare grandi sensazioni. E’ l’infelicità e l’insoddisfazione che ci rendono cattivi e ci annebbiano.
Il segreto è dare fiducia e pensare che ‘andrà tutto bene’. Avete paura? E perché! Paura di soffrire? Ma se si è infelici cosa si ha da perdere. Per lo meno provandoci e abbattendo il muro si potrebbero provare nuove sensazioni.

 

Che ne dici? Ci proviamo?

“Poor and content is rich, and rich enough,

But riches fineless is as poor as winter

To him that ever fears he shall be poor”

(Chi è povero e contento è ricco, anzi ricchissimo. Ma chi è molto ricco e ha paura di diventare povero è povero come l’inverno)

Ho un Sogno e si chiama Italia

Ho un Sogno e si chiama Italia

Ho un Sogno e si chiama Italia Voglio parlarvi della paura, di te e di me, dei paesi vicini e di quelli lontani È la mia lettera ed è per tutti voi.  Ciao mi chiamo Nerina ho 38 anni e oggi non so cosa succederà a me e al mio paese, l’Italia. Ogni giorno mi...

leggi tutto
Bullismo e Mobbing in Azienda

Bullismo e Mobbing in Azienda

Bullismo e Mobbing in Azienda Vi racconto la mia esperienza  Probabilmente il termine Bullismo e Mobbing li avete già sentiti e in molti anche involontariamente l’avranno subito (chi più, chi meno) senza nemmeno capire cosa fosse.Cerchiamo di partire dal termine...

leggi tutto
Hiromi Cake, la prima pasticceria giapponese a Roma

Hiromi Cake, la prima pasticceria giapponese a Roma

Hiromi Cake la prima pasticceria giapponese a Romatratto dal blog "La Polpetta sui Tacchi. Il quartiere Prati torna a far parlare di sé grazie ad una nuova apertura verso il mondo.Questa è la volta della prima pasticceria tipica giapponese, Hiromi Cake.La pastry chef...

leggi tutto
Neve e Colori. Una città da cartolina: Mosca

Neve e Colori. Una città da cartolina: Mosca

Neve e Colori. Una città da cartolina: Mosca Il Natale in Piazza Rossa Mosca è una Capitale da Cartolina ed anche se sono amante di luoghi con temperature calde questa città regala emozioni e calore. Ho visitato questa città in occasione del workshop ENIT tenutosi nel...

leggi tutto
Londra la città che non dorme mai

Londra la città che non dorme mai

From Rome to London with Maximo   Londra : la città che non dorme mai. A qualsiasi ora arrivi , Londra si presenta a te sempre come una città piena di colori, luci e rumori che chiama a se ogni anno milioni di turisti. Ma perché piace così tanto? Vado tutti gli...

leggi tutto
È magico…è Sextantio

È magico…è Sextantio

È magico…è Sextantio Scappo dalla grande città e mi ritrovo a vivere nel Medioevo Sextantio l’Hotel diffuso di Santo Stefano di Sessanio, l’Aquila. Nato dal progetto dell'imprenditore Daniele Khilgren, il Sextantio è un hotel diffuso. Questo tipo di...

leggi tutto
È magico…è Sextantio

It is magical…it is Sextantio

It is magical…it is Sextantio How I escaped the big city and found myself living in the Middle Ages Hotel Sextantio diffuso di Santo Stefano di Sessanio, l’Aquila Born from the project of the entrepreneur Daniele Khilgren, the Sextantio is a widespread hotel. This...

leggi tutto